X

Anna Barbieri

Anna Barbieri

Il sogno più inatteso è un rebus che nasconde un desiderio

Associazione culturale Dorotea (presso Factory Grisù), Via Mario Poledrelli 21, 44121 – Ferrara
Mobile: 338 3941026
Email: annabarbieri.rem@gmail.com
Facebook
Instagram

Anna Barbieri, artista e designer ferrarese, realizza sculture luminose e oggetti di art-design utilizzando materiali di recupero. Sono creazioni uniche e irripetibili, perché frutto del caso e della storia dei pezzi che le compongono. I materiali utilizzati sono vari: ferro, legno, vetro, parti di motori, pezzi di archeologia contadina e industriale, rottami dell’industria bellica, oggetti dimenticati, cose che non servono più.
Sono i pezzi stessi che suggeriscono una nuova identità. Una volta che sono stati salvati dalla discarica o riesumati dalla soffitta, vengono reinterpretati, e, assemblati secondo un nuovo ordine, conoscono inedite funzioni d’uso. È l’opportunità di una seconda vita.
Si assiste a spostamenti del significato, generazioni di senso. Sono metafore. Suggestioni. È un universo magico popolato da presenze poetiche e perturbanti.
La tecnica di assemblaggio dei pezzi è combinatoria, si sviluppa per tentativi e privilegia il metodo dell’incastro. Perciò ha l’andamento di un “gioco”: procedere per prove ed errori e perdersi con le forme, seguire le suggestioni, come fanno i bambini. Rispecchia il bisogno di sperimentare variabili e il tentativo, in qualche maniera, di dare un ordine al caos.
Nella produzione artistica delle sculture luminose trova largo spazio l’impiego di rottami ferrosi. Le opere sono “creature” metalliche, pesanti e tuttavia fragili, delicate. Emerge una dialettica tra pesantezza e leggerezza, vita e morte, luce e buio.
I rottami si sono animati e vivono di vita propria. Una sottile vena ironica nasconde la scampata tragica fine. Ma c’è qualcosa che sa di nostalgia, come una Madeleine non consumata…
La patina antica ci racconta di storie passate, memorie di cose lontane. La ruggine, segno del tempo che avanza, del tartaro che cresce e corrode, è un monito sulla corruttibilità delle cose.

Artisti Correlati