X

Bellini Giovanna

Bellini Giovanna

Gioielli Etichic: etici, consapevoli, ecologici ed eleganti

Passo Ripe, Ancona
Tel.: +39 071 7959090
Mobile: +39 348 8932874
Email: info@giovannabellinigioielli.com
Web: www.giovannabellinigioielli.com
bellini

Artista, Maestra di Reiki, scrittrice, nasce a Caracas, Venezuela e si trasferisce poi a 15 anni in Italia, a Genova, dove frequenta il Liceo Artistico e la Facolta’ di Architettura.

Viaggia nel mondo per incontrare e conoscere le arti e i costumi di molte civiltà: Europa, Stati Uniti, Canada, Messico, Caraibi, Egitto, Marocco, Turchia, Bulgaria,  India, Thailandia, Nepal, Indonesia, Cina, Russia e altri, da cui trae ispirazione per il suo lavoro.Nel 1995 inizia un percorso di crescita personale con Reiki.Nel 1996 entra a far parte, come socia fondatrice, dell’ Associazione Culturale e di Promozione Sociale “La Citta’ della Luce”, Scuola per Operatori in Discipline Olistiche, Ecovillaggio e Comunità, con sede nelle Marche.Nel 1998 frequenta a Milano la Scuola d’ Arte Orafa.Nel 1999 consegue il Master di Reiki.Dal 2006 vive e lavora nella sede centrale della associazione a Ripe (An), dove ha creato e dirige il laboratorio di Arte Spirituale “La Terra e il Fuoco”.

Nel laboratorio tiene corsi di Gioielli Etici ed Ecologici con Metalli Riciclati, Gioielli Energetici con i Cristalli e Gioielli Archetipici con le Rune, corsi di Ceramica e corsi di Runologia.E’ co-autrice del libro “Runemal, il grande libro delle Rune”, Ed. L’Eta’ dell’ Acquario, testo che tratta l’origine, la storia, i significati e l’utilizzo delle antiche Rune germaniche, lettere archetipiche utilizzate dalle popolazioni nord-europee nei primi secoli dopo Cristo come scrittura magica e segreta.

La Filosofia Etichic

“Ho iniziato a creare gioielli con metalli riciclati nel 1994 a Liegi, in Belgio, durante l’annuale raduno dell’EASA (European Architecture Students Assembly), intitolato “Consommer l’Inconsumable”.Uno dei punti chiave del raduno era appunto la critica al consumismo della nostra civilta’. Proposi un workshop di gioielli aderente al tema, con il titolo “Gioielli Etnici ed Ornamenti Cerimoniali realizzati con Scarti Metallici Industriali”.Liegi e’ una citta’ industriale e il deposito metalli offriva una vasta scelta di materiali: ferro, alluminio, rame, ottone, furono i metalli con cui, nel giro di 15 giorni e insieme ad alcune decine di studenti provenienti da tutta Europa, creammo incredibili gioielli: corone, pettorali, cinture e altri meravigliosi ornamenti.

L’ultimo giorno del workshop indossammo le nostre creazioni e sfilammo per le strade della citta’, tra gli sguardi stupiti e meravigliati dei cittadini. Fu un’esperienza importante che cambio’ profondamente le linee ispiratrici del mio lavoro…”

Una questione etica: perche’ metalli riciclati?

Le industrie minerarie estraggono i metalli preziosi utilizzando sostanze altamente inquinanti come mercurio e cianuro per separare i preziosi dalle rocce. Piante e animali muoiono avvelenati e i terreni si trasformano in sterili ed inquinati deserti. In Africa le imprese straniere che estraggono l’oro, utilizzano centinaia di migliaia di litri d’acqua, sottraendoli al fabbisogno delle popolazioni locali che la utilizzano per l’irrigazione e per il consumo personale! In America le miniere fanno uso di detonatori che distruggono il territorio e creano voragini infernali. Per non parlare dello sfruttamento degli esseri umani: uomini, donne e bambini…

Lavorazione a mano

Ogni gioiello viene realizzato a mano come pezzo unico o in serie limitata. Il metallo viene tagliato a mano, modellato, rifinito e forgiato su incudine. I pezzi vengono puliti e levigati a mano con carte abrasive. Nella realizzazione dei gioielli non vengono utilizzate saldature, per evitare lavorazioni complicate e soprattutto l’utilizzo di acidi sbiancanti e inquinanti…

Catalogo sfogliabile: http://issuu.com/valkyria999/docs/es.catalogoetichic.singolebassa

Artisti Correlati